X
la storia

07.12.2016

Borgo Faiti:

Scuola al gelo: bimbi in classe con i cappotti. Genitori infuriati: “dimenticati dal Comune” -

28.03.2014

Chiesuola:

Lettera aperta del Comitato NO Biogas Latina -

22.02.2014

Latina Scalo:

Anziana travolta e uccisa su via della Stazione -

12.01.2013

Latina Scalo:

Asse attrezzato, un furto dopo l’altro -

12.01.2013

Chiesuola:

Lite tra madri davanti alla scuola -

11.01.2013

Borgo Sabotino:

Furti in serie, notte da incubo -

08.01.2013

Borgo Grappa:

Multati per la legna, la befana non si brucia -

28.12.2012

I borghi ritrovati:

perimetrati Chiesuola, Isonzo e Tor Tre Ponti -

10.02.2012

Borghi: Montello, Bainsizza, Santa Maria e Sabotino:

Un anno di arsenico -

09.02.2012

Borgo Montello:

Lavori di ampliamento al cimitero -

09.02.2012

Borgo Faiti:

Ladri di slot machine -

09.02.2012

Borgo Piave:

Furto di cavi tra i pannelli solari -

08.02.2012

Borgo Faiti:

Centro anziani al freddo -

08.02.2012

Borgo Carso:

La palestra a pieno regime -

07.02.2012

Latina Scalo:

Dopo tanti anni la festa del primo Maggio non si farà -

06.02.2012

Borgo Grappa:

Lite per il traffico, 53enne ferisce automobilista -

04.02.2012

Chiesuola:

Topi d’appartamento in via della Cava -

03.02.2012

Borgo Isonzo:

Scuola materna senza riscaldamenti -

03.02.2012

Latina Scalo:

Parco ancora senza gestore -

01.02.2012

Borgo Carso:

In rovina l’edificio storico del Borgo -

  • Come eravamo

sponsors

  • Latina Città del '900

meteo

link istituzionali

utilità

  • La raccolta differenziata
  • Cerca la Farmacia aperta
  • Cerca la Farmacia aperta

Borghi

Allarme sicurezza

16/07/09

Oramai nei quartieri periferici o di nuova realizzazione, sul lungomare e nei borghi è vera e propria emergenza sicurezza. In Q4 e Q5 le denunce si susseguono insieme alle pressanti richieste di realizzare dei presidi delle forze dell'ordine, in particolare la realizzazione della caserma dei carabinieri e di quella della guardia di finanza, di cui si parla da anni senza che sia stato avviato alcun lavoro.

I residenti ricordano ancora la spettacolare rapina alla Cassa Rurale dell'Agro Pontino del 12 febbraio scorso. Sul lungomare a essere presi di mira sono i lidi (soprattutto d'inverno con i furti di materiali) e i ristoranti. Le settimane scorse abbiano raccontato la paradossale situazione che hanno vissuto i residenti della strada Macchia Grande a Sabotino, visitati per tre notti di seguito dai ladri. Ogni tanto, da quelle parti, nel buio riecheggiano anche i colpi di arma da fuoco esplosi dai cittadini esasperati, che hanno la tentazione di sostituirsi allo Stato per garantire la propria sicurezza. Fortunatamente non si è ancora verificata alcuna tragedia, ma non si può contare a lungo nella buona sorte.

Proprio nei borghi del nord, le lamentele sono state raccolte dai consiglieri provinciali Renzo Scalco e Gino Corato, che hanno inviato una lettera alle autorità cittadine e provinciali: al prefetto Bruno Frattasi, al sindaco Vincenzo Zaccheo, al presidente della Provincia Armando Cusani, al questore Nicolò D’Angelo e al comandante provinciale dei carabinieri Roberto Boccaccio. Il vicepresidente del consiglio di via Costa Scalco e il collega di partito Corato sollecitano le autorità e in particolare il prefetto Frattasi affinchè venga attivato un efficace servizio di sorveglianza durante l’orario notturno a controllo e tutela dell’ordine pubblico e della legalità nel territorio dei borghi Grappa, Sabotino, Santa Maria, Bainsizza, Montello, Le Ferriere, Podgora, Carso e Piave. «In tal senso - spiegano i due esponenti del Pdl - ci facciamo interpreti delle sempre più accorate e pressanti richieste che ci vengono rivolte da tanti nostri concittadini, la cui sicurezza e tranquillità sono quotidianamente messe a repentaglio dall’azione criminosa di bande di ladri, rapinatori e teppisti».

La richiesta rivolta alle autorità prende atto che il presidio del territorio non può prescindere dal fornire alle forze dell’ordine maggiori risorse in fondi, uomini e mezzi. «L’azione delinquenziale - continua la lettera - si sviluppa malgrado la quotidiana azione delle nostre forze dell’ordine, azione che però richiede la necessaria dotazione di personale e mezzi, soprattutto nel pieno della stagione estiva, che vede arrivare sul nostro lungomare tanti turisti, con conseguente aumento di furti e danneggi amen ti alle abitazioni e alle persone ».

Gli eventi del genere, se superano la soglia fisiologica sostenibile d a ogni territorio, possono avere l’effetto di accrescere la percezione dell’insicurezza, un sentimento che finirebbe per modificare modi di pensare e comportamenti dei residenti e dei turisti, con gravi ripercussioni anche economiche. «Davanti a questa recrudescenza criminale - sottolineano Scalco e Corato - c’è il rischio che il turismo, e quindi l’economia della zona, possa subire gravi danni.

Il compito delle istituzioni diventa così quello di garantire una migliore qualità della vita, attraverso l’abbattimento dell’allarme sociale». Un pericolo reale, che potrebbe creare sfiducia verso le istituzione, percepite ormai sempre più deboli, al di là di ogni dichiarazione di propaganda elettorale.

 

FONTE: Latina Oggi

News

<>

Curiosità

<>

In evidenza

  • LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio

    Spettacolo teatrale “Canale Mussolini” ore 21.00 giardini del Palazzo Comunale

    Debutta “Canale Mussolini”. Lo spettacolo teatrale, tratto dal romanzo di Antonio Pennacchi, in prima nazionale a Latina, domenica 30 giugno 2013. In scena, Giorgio Colangeli, Marina... (continua)

    LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio