X
la storia

07.12.2016

Borgo Faiti:

Scuola al gelo: bimbi in classe con i cappotti. Genitori infuriati: “dimenticati dal Comune” -

28.03.2014

Chiesuola:

Lettera aperta del Comitato NO Biogas Latina -

22.02.2014

Latina Scalo:

Anziana travolta e uccisa su via della Stazione -

12.01.2013

Latina Scalo:

Asse attrezzato, un furto dopo l’altro -

12.01.2013

Chiesuola:

Lite tra madri davanti alla scuola -

11.01.2013

Borgo Sabotino:

Furti in serie, notte da incubo -

08.01.2013

Borgo Grappa:

Multati per la legna, la befana non si brucia -

28.12.2012

I borghi ritrovati:

perimetrati Chiesuola, Isonzo e Tor Tre Ponti -

10.02.2012

Borghi: Montello, Bainsizza, Santa Maria e Sabotino:

Un anno di arsenico -

09.02.2012

Borgo Montello:

Lavori di ampliamento al cimitero -

09.02.2012

Borgo Faiti:

Ladri di slot machine -

09.02.2012

Borgo Piave:

Furto di cavi tra i pannelli solari -

08.02.2012

Borgo Faiti:

Centro anziani al freddo -

08.02.2012

Borgo Carso:

La palestra a pieno regime -

07.02.2012

Latina Scalo:

Dopo tanti anni la festa del primo Maggio non si farà -

06.02.2012

Borgo Grappa:

Lite per il traffico, 53enne ferisce automobilista -

04.02.2012

Chiesuola:

Topi d’appartamento in via della Cava -

03.02.2012

Borgo Isonzo:

Scuola materna senza riscaldamenti -

03.02.2012

Latina Scalo:

Parco ancora senza gestore -

01.02.2012

Borgo Carso:

In rovina l’edificio storico del Borgo -

  • Come eravamo

sponsors

  • Latina Città del '900

meteo

link istituzionali

utilità

  • La raccolta differenziata
  • Cerca la Farmacia aperta
  • Cerca la Farmacia aperta

Borgo Piave

In via Chiesuola il nuovo ospedale

19/10/09

 

Oggi il piano sanitario regionale tornerà al centro dell'attenzione perché sbarcherà in Consiglio per l'eventuale approvazione. Ma il più è fatto, dopo che è stato presentato giovedì scorso dal Governatore Piero Marrazzo. Si tratta di ok politici, passaggi dovuti come richiesto dalla legge. I classici tempi burocratici durante i quali il sindaco Vincenzo Zaccheo assapora, giorno dopo giorno, l'idea di veder realizzato il suo nuovo ospedale, quello che prenderà il testimone dell'attuale Santa Maria Goretti datato 1962. Il primo cittadino è comunque consapevole che ogni suo passo deve essere prima preceduto da chi, dal punto di vista amministrativo, ha più potere in questo delicato settore. Prima la Commissione sanità della Regione che ha dato il suo consenso alla nuova struttura, poi l'inserimento del progetto nel nuovo Piano sanitario, quindi la presentazione pubblica da parte del presidente Marrazzo ed ora l'approvazione del Consiglio che, come già anticipato, si riunirà domani. Quindi, la palla passerà nelle mani del Comune di Latina che dovrà dare il via all'iter per la messa in opera. A partire da un aspetto fondamentale: la predisposizione dell'area dove dovrà sorgere l'ospedale. Un giochetto non da poco visto che Zaccheo ha parlato di ben 24 ettari parte dei quali erano stati preventivati da ben sette anni, già al tempo del programma di governo in occasione del primo mandato del sindaco. Ma si trattava di qualche manciata di ettari, poco più di sette, nessuno mai avrebbe immaginato addirittura ventiquattro. Ora come si farà? «Tempo che il Consiglio regionale approvi definitivamente il Piano sanitario - spiega il primo cittadino - e poi noi, come amministrazione del capoluogo, ci muoveremo a cascata. A partire dal redigere una nuova variante urbanistica che dovrà essere studiata dall'apposito ufficio tecnico comunale, quindi approvata in commissione e successivamente in Consiglio». Ma perché tutto questo spazio? «Perché se solo qualche anno fa pensavamo che a Latina servisse un ospedale più moderno e funzionale rispetto all'attuale Goretti - continua il sindaco - anche se è comunque meglio parlare di area nord della provincia e non solo di capoluogo, ad oggi possiamo dire che quello che sorgerà sarà un policlinico che dovrà non solo soddisfare al meglio le esigenze di ogni paziente, ma anche essere a disposizione della ricerca e dell'università, offrendo anche servizi come un albergo e un ristorante per i parenti dei degenti». Il nuovo ospedale sorgerà a nord del capoluogo, a Borgo Piave, in una zona circoscritta da via Piave e via della Chiesuola. Come si è potuto capire dalle parole del primo cittadino, l’intero progetto nasce sì per volontà del Comune in primis, e poi di altri soggetti interessati come Regione, Università a Asl, ma intende soddisfare le esigenze di un’area più vasta del capoluogo che comprenderà tutta la zona nord arrivando ad Aprilia e passando per Cisterna dove, nel primo caso, c’è una clinica privata con il pronto soccorso, e nel secondo solo il pronto soccorso.

 

Fonte: Latina Oggi

News

<>

Curiosità

<>

In evidenza

  • LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio

    Spettacolo teatrale “Canale Mussolini” ore 21.00 giardini del Palazzo Comunale

    Debutta “Canale Mussolini”. Lo spettacolo teatrale, tratto dal romanzo di Antonio Pennacchi, in prima nazionale a Latina, domenica 30 giugno 2013. In scena, Giorgio Colangeli, Marina... (continua)

    LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio