X
la storia

07.12.2016

Borgo Faiti:

Scuola al gelo: bimbi in classe con i cappotti. Genitori infuriati: “dimenticati dal Comune” -

28.03.2014

Chiesuola:

Lettera aperta del Comitato NO Biogas Latina -

22.02.2014

Latina Scalo:

Anziana travolta e uccisa su via della Stazione -

12.01.2013

Latina Scalo:

Asse attrezzato, un furto dopo l’altro -

12.01.2013

Chiesuola:

Lite tra madri davanti alla scuola -

11.01.2013

Borgo Sabotino:

Furti in serie, notte da incubo -

08.01.2013

Borgo Grappa:

Multati per la legna, la befana non si brucia -

28.12.2012

I borghi ritrovati:

perimetrati Chiesuola, Isonzo e Tor Tre Ponti -

10.02.2012

Borghi: Montello, Bainsizza, Santa Maria e Sabotino:

Un anno di arsenico -

09.02.2012

Borgo Montello:

Lavori di ampliamento al cimitero -

09.02.2012

Borgo Faiti:

Ladri di slot machine -

09.02.2012

Borgo Piave:

Furto di cavi tra i pannelli solari -

08.02.2012

Borgo Faiti:

Centro anziani al freddo -

08.02.2012

Borgo Carso:

La palestra a pieno regime -

07.02.2012

Latina Scalo:

Dopo tanti anni la festa del primo Maggio non si farà -

06.02.2012

Borgo Grappa:

Lite per il traffico, 53enne ferisce automobilista -

04.02.2012

Chiesuola:

Topi d’appartamento in via della Cava -

03.02.2012

Borgo Isonzo:

Scuola materna senza riscaldamenti -

03.02.2012

Latina Scalo:

Parco ancora senza gestore -

01.02.2012

Borgo Carso:

In rovina l’edificio storico del Borgo -

  • Come eravamo

sponsors

  • Latina Città del '900

meteo

link istituzionali

utilità

  • La raccolta differenziata
  • Cerca la Farmacia aperta
  • Cerca la Farmacia aperta

Latina Lido

Scontro in moto, gravissimo

9/08/10

 

Stava facendo ritorno verso casa, forse si stava recando al lavoro dopo una giornata al mare, la guardia giurata coinvolta in un incidente stradale sul lungomare di Latina nel tardo pomeriggio di ieri, poco prima delle ore 18. Vincenzo Negrini, 39enne di Colleferro impiegato a Roma presso l’istituto di vigilanza privata Urbe, è stato trasportato d’urgenza presso il Cto di Roma dove è ricoverato in condizioni gravissime. Viaggiava verso Capoportiere a borgo di un maxi scooter Suzuki Burgman 400 quando, all’altezza del Cancun, ha centrato in pieno una Ford Focus guidata da una 23enne rumena residente a Spoleto - G.D. le sue iniziali - che si stava immettendo in strada a marcia indietro. Sulla dinamica faranno chiarezza i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile intervenuti sul posto. Stando ai primi elementi raccolti, Vincenzo Negrini non si sarebbe accorto in tempo che la Ford Focus stesse invadendo la propria corsia di marcia da evitare lo scontro. Per cause ancora in fase di accertamento, avrebbe perso il controllo del maxi scooter: tracce della frenata, della caduta a terra e di una lunga scivolata se ne vedono sull’asfalto già diverse decine di metri prima del punto dove si è registrato l’impatto. Ciò potrebbe voler dire che una frenata troppo accentuata, abbinata all’eccessiva velocità, avrebbe fatto scivolare il Burgman. L’impatto del centauro contro l’auto, poi, è stato violento. A quell’ora il lungomare era ancora pieno di persone. Tanti si sono riversati in strada dopo aver sentito il fragore dello schianto. Immediato l’allarme alla sala operativa dell’Ares 118 che ha attivato la procedura d’urgenza impiegando l’elisoccorso. Sul posto i soccorritori hanno trovato la guardia giurata riversa in una pozza di sangue: le sue condizioni sono apparse subito critiche. Espletate le prime cure del caso direttamente sul posto, i sanitari hanno trasferito d’urgenza il 39enne presso il centro traumatologico ortopedico di Roma. L’intervento chirurgico per salvate il centauro è durato diverse ore, tenendo impegnati i medici del pronto soccorso capitolino per tutta la serata di ieri. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto, Vincenzo Negrini aveva ancora in dosso lo zaino nel quale c’era tutto l’occorrente per rientrare al lavoro: la divisa da guardia giurata, lavoro che il 39enne svolge nella zona di Torre Gaia a Roma, e la pistola d’ordinanza. Una zona che, nonostante la propria vocazione turistica, presenta fin troppi pericoli per la sicurezza stradale, in special modo di notte quando i locali si affollano di giovani che lasciano le auto in sosta un po’ dove capita. Nei giorni scorsi il vice presidente nazionale dell’associazione europea Familiari e vittime della strada, Giovanni delle Cave, ha inviato una relazione al Prefetto D’Acunto nella quale evidenzia la pericolosità rappresentata dalla sosta in doppia fila e sui marciapiedi in modo particolare nelle ore notturne. «Se il Prefetto non dovesse intervenire per garantire la messa in sicurezza della zona - ci tiene a precisare Delle Cave - siamo pronti ad interpellare direttamente il ministro dell’Interno».

 
FONTE: Latina Oggi

News

<>

Curiosità

<>

In evidenza

  • LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio

    Spettacolo teatrale “Canale Mussolini” ore 21.00 giardini del Palazzo Comunale

    Debutta “Canale Mussolini”. Lo spettacolo teatrale, tratto dal romanzo di Antonio Pennacchi, in prima nazionale a Latina, domenica 30 giugno 2013. In scena, Giorgio Colangeli, Marina... (continua)

    LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio