X
la storia

07.12.2016

Borgo Faiti:

Scuola al gelo: bimbi in classe con i cappotti. Genitori infuriati: “dimenticati dal Comune” -

28.03.2014

Chiesuola:

Lettera aperta del Comitato NO Biogas Latina -

22.02.2014

Latina Scalo:

Anziana travolta e uccisa su via della Stazione -

12.01.2013

Latina Scalo:

Asse attrezzato, un furto dopo l’altro -

12.01.2013

Chiesuola:

Lite tra madri davanti alla scuola -

11.01.2013

Borgo Sabotino:

Furti in serie, notte da incubo -

08.01.2013

Borgo Grappa:

Multati per la legna, la befana non si brucia -

28.12.2012

I borghi ritrovati:

perimetrati Chiesuola, Isonzo e Tor Tre Ponti -

10.02.2012

Borghi: Montello, Bainsizza, Santa Maria e Sabotino:

Un anno di arsenico -

09.02.2012

Borgo Montello:

Lavori di ampliamento al cimitero -

09.02.2012

Borgo Faiti:

Ladri di slot machine -

09.02.2012

Borgo Piave:

Furto di cavi tra i pannelli solari -

08.02.2012

Borgo Faiti:

Centro anziani al freddo -

08.02.2012

Borgo Carso:

La palestra a pieno regime -

07.02.2012

Latina Scalo:

Dopo tanti anni la festa del primo Maggio non si farà -

06.02.2012

Borgo Grappa:

Lite per il traffico, 53enne ferisce automobilista -

04.02.2012

Chiesuola:

Topi d’appartamento in via della Cava -

03.02.2012

Borgo Isonzo:

Scuola materna senza riscaldamenti -

03.02.2012

Latina Scalo:

Parco ancora senza gestore -

01.02.2012

Borgo Carso:

In rovina l’edificio storico del Borgo -

  • Come eravamo

sponsors

  • Latina Città del '900

meteo

link istituzionali

utilità

  • La raccolta differenziata
  • Cerca la Farmacia aperta
  • Cerca la Farmacia aperta

In aumento le iscrizioni negli asili e alle elementari

Il «baby boom» a San Michele e al Carso

19/03/09

Piccoli borghi crescono. Sono lontani i tempi in cui le famiglie si spostavano in massa per sistemarsi nella tanto sognata città. Quella era un'altra Italia, un'altra epoca. Ora, infatti, quella tendenza si è ribaltata. Oggi sempre più nuclei familiari tendono ad emigrare verso altri lidi che non siano il centro di Latina. Il perché? Semplice, affitti meno salati e una vita più tranquilla lontana dal caos cittadino sono tra le motivazioni più probabili. Si vedano i casi di Borgo San Michele e Borgo Carso. Negli ultimi anni sono stati investiti da un impetuoso sviluppo demografico. Che impone di conseguenza un adeguamento dei servizi pubblici. Come le scuole. «Dal 2000 questo borgo è stato interessato da un grande sviluppo urbanistico » - spiega il Direttore del IV Circolo scolastico che comprende pure San Michele, Sergio Andreatta -. I numeri d'altronde parlano chiaro: 84 iscritti in più dello scorso anno. Ma questo non è certo una novità. Già lo scorso anno furono oltre 35 i bambini che furono costretti a riparare in quel di Borgo Isonzo. Tanto che il progetto della nuova scuola che aprirà il prossimo settembre proprio lì cade di grande attualità. Stesso discorso pure a Borgo Isonzo (che l'anno prossimo registrerà un aumento di sei bambini tra gli iscritti alla scuola dell'infanzia) e a Borgo Carso dove la crescita sembra ancora più impetuosa. Qualcosa come il 60 e il 70%. Le case nuove sono ormai più di più di quelle storiche mentre le strutture e i servizi offerti ai cittadini sono rimasti quelli medesimi di allora. Dagli originari 2500 abitanti si è passati in breve a più di 4000. «Qui nella scuola primaria abbiamo oltre 88 bambini - asserisce un'insegnante - Ne avremo più di novanta il prossimo anno, raggiungendo il massimo delle possibilità.  Almeno fino a quando non si costruiranno le nuove aule ». Pure la Scuola dell'Infanzia Sant'Innocenti vive gli stessi problemi d'abbondanza. Conta 2 classi con 27 bambini ciascuna per un totale di 54. «Tuttora ci sono oltre 10 bambini in lista d'attesa - interviene una suora della scuola -. Qualche anno fa non era certo così. Non c'erano certo le liste d'attesa. I bambini sono notevolmente aumentati ». Per questo il Comune già da tempo sta ad un ampliamento dell'istituto con la creazione di nuove aule in estensione. All'Asilo nido Bimbi Sì, invece, ci sono 12 bambini in più. «Ma anche qui gli spazi non sono più sufficienti », conclude la titolare Simona Lodi.

 

FONTE:

 

 

News

<>

Curiosità

<>

In evidenza

  • LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio

    Spettacolo teatrale “Canale Mussolini” ore 21.00 giardini del Palazzo Comunale

    Debutta “Canale Mussolini”. Lo spettacolo teatrale, tratto dal romanzo di Antonio Pennacchi, in prima nazionale a Latina, domenica 30 giugno 2013. In scena, Giorgio Colangeli, Marina... (continua)

    LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio