X
la storia

07.12.2016

Borgo Faiti:

Scuola al gelo: bimbi in classe con i cappotti. Genitori infuriati: “dimenticati dal Comune” -

28.03.2014

Chiesuola:

Lettera aperta del Comitato NO Biogas Latina -

22.02.2014

Latina Scalo:

Anziana travolta e uccisa su via della Stazione -

12.01.2013

Latina Scalo:

Asse attrezzato, un furto dopo l’altro -

12.01.2013

Chiesuola:

Lite tra madri davanti alla scuola -

11.01.2013

Borgo Sabotino:

Furti in serie, notte da incubo -

08.01.2013

Borgo Grappa:

Multati per la legna, la befana non si brucia -

28.12.2012

I borghi ritrovati:

perimetrati Chiesuola, Isonzo e Tor Tre Ponti -

10.02.2012

Borghi: Montello, Bainsizza, Santa Maria e Sabotino:

Un anno di arsenico -

09.02.2012

Borgo Montello:

Lavori di ampliamento al cimitero -

09.02.2012

Borgo Faiti:

Ladri di slot machine -

09.02.2012

Borgo Piave:

Furto di cavi tra i pannelli solari -

08.02.2012

Borgo Faiti:

Centro anziani al freddo -

08.02.2012

Borgo Carso:

La palestra a pieno regime -

07.02.2012

Latina Scalo:

Dopo tanti anni la festa del primo Maggio non si farà -

06.02.2012

Borgo Grappa:

Lite per il traffico, 53enne ferisce automobilista -

04.02.2012

Chiesuola:

Topi d’appartamento in via della Cava -

03.02.2012

Borgo Isonzo:

Scuola materna senza riscaldamenti -

03.02.2012

Latina Scalo:

Parco ancora senza gestore -

01.02.2012

Borgo Carso:

In rovina l’edificio storico del Borgo -

  • Come eravamo

sponsors

  • Latina Città del '900

meteo

link istituzionali

utilità

  • La raccolta differenziata
  • Cerca la Farmacia aperta
  • Cerca la Farmacia aperta

Borgo Podgora

Armi, fidanzati in manette

14/02/10

Fermati a Borgo Podgora con una pistola revolver carica con cinque proiettili e pronta all’uso. Manuela Romei e Bruno Barbierato, originari di Cisterna, ma domiciliati nella frazione di Latina, sono stati arrestati l’altro pomeriggio dagli agenti della Mobile nell’ambito di accurati controlli. I due, entrambi di 30 anni e originari di Cisterna, sono finiti in carcere con l’accusa di porto e detenzione illegale di arma da fuoco. Il blitz è scattato in una traversa di Borgo Podgora dove la coppia si stava aggirando a bordo di una Ford Mondeo. rossa. Dopo aver trovato la pistola, gli agenti della Mobile hanno proseguito con una perquisizione domiciliare a casa della giovane. E’qui che la polizia ha scoperto 4 grammi di eroina e un bilancino per il taglio delle dosi: droga che gli investigatori ritengono per uso personale. Nell’abitazione sono stati ritrovati anche 11 fucili e tre pistole con munizionamento vario, armi regolarmente denunciate, ma intestate al padre che non risulta abitare nella casa. Per tale ragione l’uomo è stato deferito all’ autorità giudiziaria per omessa custodia. Gli investigatori hanno inoltre accertato che, rispetto a quanto denunciato, mancavano almeno cinque pistole ( tre revolver e due semiautomatiche). La coppia, del resto, è già nota alle forze dell’ordine, solo tredici giorni fa i giovani erano finiti in carcere con l’accusa di tentata truffa in banca. Avevano infatti tentato di mettere a segno un raggiro ai danni di una banca in via dei Volsci, la donna si era presentata con l’intenzione di incassare un assegno utilizzando un documento palesemente contraffatto. Era stata la stessa direttrice dell’istituto di credito a lanciare l’allarme e ad avvisare le forze dell’ordine che erano intervenute bloccando la coppia. Gli agenti della Volante erano riusciti a fermare anche il fidanzato che era rimasto in auto, pronto per la fuga. In macchina gli agenti avevano ritrovato anche delle carte di credito e altri assegni risultati poi rubati ad un professionista del capoluogo. L’operazione, portata a termine l’altro pomeriggio a Borgo Podgora, rientra in un ambito più vasto di controlli anche in relazione alla circolazione di armi. E sulla pistola ritrovata nella macchina sono in corso ulteriori approfondimenti balistici finalizzati anche ad appurare se la pistola abbia sparato di recente. Non è escluso che i due avessero appuntamento con qualcuno e che, di lì a poco, avrebbero quindi consegnato l’arma. Supposizioni sulle quali sono in corso una serie di accertamenti da parte della Squadra Mobile. Dopo essere stati bloccati, nell’immediatezza, i fidanzati hanno tentato invano di sottrarsi al controllo per timore che la polizia scoprisse quella pistola con la matricola abrasa. Per evitare che gli agenti perquisissero l’auto, la giovane ha fatto anche finta di sentirsi male.

 

FONTE: Latina Oggi

News

<>

Curiosità

<>

In evidenza

  • LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio

    Spettacolo teatrale “Canale Mussolini” ore 21.00 giardini del Palazzo Comunale

    Debutta “Canale Mussolini”. Lo spettacolo teatrale, tratto dal romanzo di Antonio Pennacchi, in prima nazionale a Latina, domenica 30 giugno 2013. In scena, Giorgio Colangeli, Marina... (continua)

    LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio