X
la storia

07.12.2016

Borgo Faiti:

Scuola al gelo: bimbi in classe con i cappotti. Genitori infuriati: “dimenticati dal Comune” -

28.03.2014

Chiesuola:

Lettera aperta del Comitato NO Biogas Latina -

22.02.2014

Latina Scalo:

Anziana travolta e uccisa su via della Stazione -

12.01.2013

Latina Scalo:

Asse attrezzato, un furto dopo l’altro -

12.01.2013

Chiesuola:

Lite tra madri davanti alla scuola -

11.01.2013

Borgo Sabotino:

Furti in serie, notte da incubo -

08.01.2013

Borgo Grappa:

Multati per la legna, la befana non si brucia -

28.12.2012

I borghi ritrovati:

perimetrati Chiesuola, Isonzo e Tor Tre Ponti -

10.02.2012

Borghi: Montello, Bainsizza, Santa Maria e Sabotino:

Un anno di arsenico -

09.02.2012

Borgo Montello:

Lavori di ampliamento al cimitero -

09.02.2012

Borgo Faiti:

Ladri di slot machine -

09.02.2012

Borgo Piave:

Furto di cavi tra i pannelli solari -

08.02.2012

Borgo Faiti:

Centro anziani al freddo -

08.02.2012

Borgo Carso:

La palestra a pieno regime -

07.02.2012

Latina Scalo:

Dopo tanti anni la festa del primo Maggio non si farà -

06.02.2012

Borgo Grappa:

Lite per il traffico, 53enne ferisce automobilista -

04.02.2012

Chiesuola:

Topi d’appartamento in via della Cava -

03.02.2012

Borgo Isonzo:

Scuola materna senza riscaldamenti -

03.02.2012

Latina Scalo:

Parco ancora senza gestore -

01.02.2012

Borgo Carso:

In rovina l’edificio storico del Borgo -

  • Come eravamo

sponsors

  • Latina Città del '900

meteo

link istituzionali

utilità

  • La raccolta differenziata
  • Cerca la Farmacia aperta
  • Cerca la Farmacia aperta

Borgo Sabotino

La festa contestata

11/07/09

 

Il lungomare e i borghi vicini, il territorio che dovrebbe essere trainante per lo sviluppo turistico ed economico di Latina, offre spesso dei casi emblematici. Così, mentre al Sabotino organizzano il proprio programma di eventi per l'estate, con la festa del borgo, quella della trebbiatura e così via, oltre una cinquantina di operatori del lungomare inviano una lettera di protesta al sindaco Zaccheo, all'assessore al Commercio Alessandro Calvi e all'assessore al Turismo Enrico Tiero. Il motivo: la durata prolungata dei festeggiamenti con offerte ai turisti in concorrenza con le proprie attività. «Apprendiamo dalle pagine del programma per i festeggiamenti parrocchiali di Borgo Sabotino - dicono i firmatari - che quest'anno la festa si protrarrà per cinque settimane e, per tutti i 35 giorni della manifestazione è già fissato il menù della cena all’aperto a prezzi che definire supercompetitivi è riduttivo.

Dai nostri amministratori, gli stessi che hanno autorizzato quella festa e quella organizzazione, ci saremmo aspettati una maggiore considerazione e un po’ di attenzione, capaci di conciliare le esigenze di tutti, quelle dei cittadini e del borgo, quelle degli ambulanti e anche le nostre. Ci domandiamo - continua la denuncia del gruppo dei 54 imprenditori firmatari - che senso abbia consentire a una cucina da campo di lavorare tre giorni su sette per 35 settimane, capace di offrire pasti a centinaia di persone ogni sera, quando decine di locali pubblici in regola con le varie norme igienico sanitarie del lungomare e dei borghi, aspettano una clientela sempre più ridotta e sempre meno disposta a spendere.

Pertanto chiediamo che l’attività gastronomica, durante la festa patronale, sia limitata alla sola settimana della processione, mentre l’evento culturale abbia un normale proseguimento». L’attenzione degli operatori poi si sposta al parcheggio di Foceverde, diventato ormai la sede del mercato degli ambulanti dopo il divieto di utilizzare la piazza dei Navigatori: «Chiediamo - concludono nella loro denuncia - di conoscere quale sia lo scopo e se ci sono i presupposti per l’apertura degli stand gastronomici nel parcheggio, cosa che aumenta il disagio dei commercianti e dei cittadini che si vedono privati di numerosi posti per poter parcheggiare liberamente».

Da Borgo Sabotino si leva tuttavia qualche voce dissenziente che si schiera al fianco del comitato organizzatore della festa del borgo. Per queste non esiste concorrenza, poichè chi frequenta queste feste probabilmente non sarebbe in ogni caso cliente dei ristoranti del lungomare. Una questione di prezzi, spiegano, troppo alti quelli applicati da questi ultimi, soprattutto in tempi di crisi. «In fondo - spiega Gino Di Sessa, gestore del bar Marrocco al borgo - più gente arriva attratta dalla festa e più possibilità ci sono per tutti quelli che ne sanno approfittare ».

 

FONTE: Latina Oggi

News

<>

Curiosità

<>

In evidenza

  • LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio

    Spettacolo teatrale “Canale Mussolini” ore 21.00 giardini del Palazzo Comunale

    Debutta “Canale Mussolini”. Lo spettacolo teatrale, tratto dal romanzo di Antonio Pennacchi, in prima nazionale a Latina, domenica 30 giugno 2013. In scena, Giorgio Colangeli, Marina... (continua)

    LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio