X
la storia

07.12.2016

Borgo Faiti:

Scuola al gelo: bimbi in classe con i cappotti. Genitori infuriati: “dimenticati dal Comune” -

28.03.2014

Chiesuola:

Lettera aperta del Comitato NO Biogas Latina -

22.02.2014

Latina Scalo:

Anziana travolta e uccisa su via della Stazione -

12.01.2013

Latina Scalo:

Asse attrezzato, un furto dopo l’altro -

12.01.2013

Chiesuola:

Lite tra madri davanti alla scuola -

11.01.2013

Borgo Sabotino:

Furti in serie, notte da incubo -

08.01.2013

Borgo Grappa:

Multati per la legna, la befana non si brucia -

28.12.2012

I borghi ritrovati:

perimetrati Chiesuola, Isonzo e Tor Tre Ponti -

10.02.2012

Borghi: Montello, Bainsizza, Santa Maria e Sabotino:

Un anno di arsenico -

09.02.2012

Borgo Montello:

Lavori di ampliamento al cimitero -

09.02.2012

Borgo Faiti:

Ladri di slot machine -

09.02.2012

Borgo Piave:

Furto di cavi tra i pannelli solari -

08.02.2012

Borgo Faiti:

Centro anziani al freddo -

08.02.2012

Borgo Carso:

La palestra a pieno regime -

07.02.2012

Latina Scalo:

Dopo tanti anni la festa del primo Maggio non si farà -

06.02.2012

Borgo Grappa:

Lite per il traffico, 53enne ferisce automobilista -

04.02.2012

Chiesuola:

Topi d’appartamento in via della Cava -

03.02.2012

Borgo Isonzo:

Scuola materna senza riscaldamenti -

03.02.2012

Latina Scalo:

Parco ancora senza gestore -

01.02.2012

Borgo Carso:

In rovina l’edificio storico del Borgo -

  • Come eravamo

sponsors

  • Latina Città del '900

meteo

link istituzionali

utilità

  • La raccolta differenziata
  • Cerca la Farmacia aperta
  • Cerca la Farmacia aperta

Borgo Carso, telefoni out

Disagi continui per i residenti

16/06/09

 

Chi vive nei borghi ama quell'atmosfera tranquilla, un po' distaccata dal centro caotico della città. La natura, ritmi rallentati, il forte spirito di comunità. Questo, però, non significa essere trascurati dalla fornitura dei servizi. Quando questo capita, l’isolamento diventa abbandono, soprattutto quando si verifica a causa dei disservizi nel campo delle telecomunicazioni, un problema che cittadini, imprenditori e commercianti non amano e non accettano. Spesso in queste interruzioni si trova coinvolta la Telecom che ancora gestisce la maggior parte del mercato della telefonia fissa e che rimane proprietaria delle infrastrutture.

Da giovedì il problema colpito Borgo Carso, dove già l'anno scorso i residenti avevano protestato per i pochi numeri di connessione ad internet tramite il sistema adsl, che aveva privato molti di loro a quello che è ormai diventato una necessità di comunicazione, spesso imprescindibile, dei nostri giorni. Questa volta a fare le bizze sarebbe la linea telefonica fissa, che ha isolato molti cittadini e qualche negoziante.

Il problema, infatti, è stato segnalato da Marco Garbellini, il titolare del «Tabacchi del Borgo», per il quale la linea del telefono è un fondamentale strumento di lavoro. Attraverso i fili passano le ricariche telefoniche e le centinaia di giocate al lotto e agli altri giochi. «Già giovedì scorso - racconta Garbellini - ho segnalato il guasto alla Telecom, ma finora la linea non è stata ripristinata. Un problema, questo, che si ripresenta ciclicamente, viene risolto e poi si ripresenta. Ogni giorni di isolamento comporta un danno economico. In mattinata (ieri per chi legge, ndr) sono già venuti da me tre clienti che mi hanno confidato di avere il telefono muto anche a casa». Il titolare del tabacchi del Carso si preoccupa anche pensando al futuro, quando il suo esercizio sarà abilitato ad accettare le giocate per le scommesse della Snai. Un'opportunità di lavoro in più, che sarebbe vanificato dai problemi alla linea telefonica.

Ricordiamo che ad ottobre, davanti agli stessi problemi e a quelli dell’assenza di campo dei cellulari e di numeri internet adsl, gli abitanti del borgo avevano persino organizzato una raccolta di firme per una petizione da presentare al gestore. I tecnici risolsero il problema della linea fissa, ma gli altri sembra persistano ancora oggi. «Per l’adsl ormai abbiamo gettato la spugna», spiegano rassegnati alcuni residenti. Per questa e altre zone periferiche (ma anche nei comuni limitrofi), alcuni imprenditori privati hanno fornito un’alternativa con l’installazione di antenne per la diffusione dei dati con il sistema wi-fi.

Per gli altri non rimane che la vecchia lentissima connessione analogica a 56kb, improponibile per le esigenze di oggi. Se poi anche la linea analogica si ammutolisce, l’isolamento diventa totale.

 

FONTE: Latina Oggi

News

<>

Curiosità

<>

In evidenza

  • LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio

    Spettacolo teatrale “Canale Mussolini” ore 21.00 giardini del Palazzo Comunale

    Debutta “Canale Mussolini”. Lo spettacolo teatrale, tratto dal romanzo di Antonio Pennacchi, in prima nazionale a Latina, domenica 30 giugno 2013. In scena, Giorgio Colangeli, Marina... (continua)

    LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio