X
la storia

07.12.2016

Borgo Faiti:

Scuola al gelo: bimbi in classe con i cappotti. Genitori infuriati: “dimenticati dal Comune” -

28.03.2014

Chiesuola:

Lettera aperta del Comitato NO Biogas Latina -

22.02.2014

Latina Scalo:

Anziana travolta e uccisa su via della Stazione -

12.01.2013

Latina Scalo:

Asse attrezzato, un furto dopo l’altro -

12.01.2013

Chiesuola:

Lite tra madri davanti alla scuola -

11.01.2013

Borgo Sabotino:

Furti in serie, notte da incubo -

08.01.2013

Borgo Grappa:

Multati per la legna, la befana non si brucia -

28.12.2012

I borghi ritrovati:

perimetrati Chiesuola, Isonzo e Tor Tre Ponti -

10.02.2012

Borghi: Montello, Bainsizza, Santa Maria e Sabotino:

Un anno di arsenico -

09.02.2012

Borgo Montello:

Lavori di ampliamento al cimitero -

09.02.2012

Borgo Faiti:

Ladri di slot machine -

09.02.2012

Borgo Piave:

Furto di cavi tra i pannelli solari -

08.02.2012

Borgo Faiti:

Centro anziani al freddo -

08.02.2012

Borgo Carso:

La palestra a pieno regime -

07.02.2012

Latina Scalo:

Dopo tanti anni la festa del primo Maggio non si farà -

06.02.2012

Borgo Grappa:

Lite per il traffico, 53enne ferisce automobilista -

04.02.2012

Chiesuola:

Topi d’appartamento in via della Cava -

03.02.2012

Borgo Isonzo:

Scuola materna senza riscaldamenti -

03.02.2012

Latina Scalo:

Parco ancora senza gestore -

01.02.2012

Borgo Carso:

In rovina l’edificio storico del Borgo -

  • Come eravamo

sponsors

  • Latina Città del '900

meteo

link istituzionali

utilità

  • La raccolta differenziata
  • Cerca la Farmacia aperta
  • Cerca la Farmacia aperta

Borgo Piave

Pozzi Ginori, ora la bonifica

19/01/12

 

La prima ordinanza di bonifica della ex Pozzi Ginori è dell’agosto 2005; ma sono passati ormai sette anni e ancora non è stata eseguita perché l’Astral, società responsabile per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade regionali aveva «imposto» l’apertura di un passaggio ad hoc su cui deviare i mezzi destinati ai lavori nel sito industriale, al fine di evitare un sovraccarico di traffico sulla Pontina. Con questa «scusa» tutto è rimasto fermo. Fino a ieri. E pensare che la prima ordinanza del Comune di Latina (4 agosto 2005) obbligava i proprietari della ex fabbrica, ossia la Sviluppo Immobiliare Latina srl e la Immobiliare Lombarda spa, al rispristino ambientale entro i successivi trenta giorni. Il 28 novembre di quell’anno un sopralluogo della polizia municipale accerta che i lavori non sono neppure cominciati e pochi giorni dopo le due società proprietarie ricorrono al Tar avverso le ordinanze del Comune. Ad agosto del 2006 vengono effettuate le prime analisi dell’Arpa per stabilire l’eventuale stato di contaminazione del terreno e delle falde sotterranee. I risultati indicano il superamento della soglia per il parametro del manganese che ha raggiunto, appunto, le acque sotterranee. A marzo del 2007 la società Sviluppo Immobiliare assume l’impegno formale a procedere a tutte le operazioni di rimozione dei rifiuti e bonifica del sito. Ma aggiunge che è difficile trovare una società specializzata. Comunque il Comune si fida della parola data al punto che la giunta a luglio del 2007 ritira la costituzione di parte civile nel processo alla Sviluppo Immobiliare per l’inquina - mento delle acque. Passa un altro anno e il 29 aprile 2008 si tiene la conferenza dei servizi per l’avvio effettivo della bonifica ma non è sufficiente e ce ne sarà un’altra a novembre dello stesso anno. Il 16 aprile del 2009 la società proprietaria afferma (testualmente!) che sta incaricando una ditta specializzata nella rimozione dei rifiuti. E l’otto giugno del 2011 il Comune di Latina, la Provincia e l’Arpa sono costrette a constatare che i lavori non sono ancora cominciati: «... non è stata riscontrata nessuna attività di bonifica e, considerate le condizioni del sito non è ipotizzabile che le stesse siano mai iniziate». La beffa era servita. Ieri l’ultima conferenza dei servizi e il superamento dell’ultima scusa, ossia la necessità di una strada dedicata ai mezzi per la bonifica. «Entro fine mese ci sarà un incontro con il proprietario del sito - ha detto ieri l’assessore all’ambiente Fabrizio Cirilli - e definiremo finalmente tempi e modi per l’inizio delle operazioni di bonifica. In conferenza dei servizi è stato purtroppo rilevato che il danno ambientale legato alla bonifica è di gran lunga superiore alle motivazioni che avevano spinto l’Astral all’uso di una complanare ad hoc per non appesantire il traffico della Pontina. Quella della Pozzi Ginori - ha detto ancora Cirilli - è la classica vicenda per la quale tutti i cittadini di Latina si saranno chiesti quale storia celasse. In effetti in questi anni si sono susseguite società che hanno comprato e rivenduto il sito ed è stato accertato l’inquinamento dell’area e delle acque sotterranee. Ma non si era riusciti a dare una stretta alla procedura necessaria. Adesso finalmente la svolta».

 
FONTE: Latina Oggi

News

<>

Curiosità

<>

In evidenza

  • LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio

    Spettacolo teatrale “Canale Mussolini” ore 21.00 giardini del Palazzo Comunale

    Debutta “Canale Mussolini”. Lo spettacolo teatrale, tratto dal romanzo di Antonio Pennacchi, in prima nazionale a Latina, domenica 30 giugno 2013. In scena, Giorgio Colangeli, Marina... (continua)

    LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio