X
la storia

07.12.2016

Borgo Faiti:

Scuola al gelo: bimbi in classe con i cappotti. Genitori infuriati: “dimenticati dal Comune” -

28.03.2014

Chiesuola:

Lettera aperta del Comitato NO Biogas Latina -

22.02.2014

Latina Scalo:

Anziana travolta e uccisa su via della Stazione -

12.01.2013

Latina Scalo:

Asse attrezzato, un furto dopo l’altro -

12.01.2013

Chiesuola:

Lite tra madri davanti alla scuola -

11.01.2013

Borgo Sabotino:

Furti in serie, notte da incubo -

08.01.2013

Borgo Grappa:

Multati per la legna, la befana non si brucia -

28.12.2012

I borghi ritrovati:

perimetrati Chiesuola, Isonzo e Tor Tre Ponti -

10.02.2012

Borghi: Montello, Bainsizza, Santa Maria e Sabotino:

Un anno di arsenico -

09.02.2012

Borgo Montello:

Lavori di ampliamento al cimitero -

09.02.2012

Borgo Faiti:

Ladri di slot machine -

09.02.2012

Borgo Piave:

Furto di cavi tra i pannelli solari -

08.02.2012

Borgo Faiti:

Centro anziani al freddo -

08.02.2012

Borgo Carso:

La palestra a pieno regime -

07.02.2012

Latina Scalo:

Dopo tanti anni la festa del primo Maggio non si farà -

06.02.2012

Borgo Grappa:

Lite per il traffico, 53enne ferisce automobilista -

04.02.2012

Chiesuola:

Topi d’appartamento in via della Cava -

03.02.2012

Borgo Isonzo:

Scuola materna senza riscaldamenti -

03.02.2012

Latina Scalo:

Parco ancora senza gestore -

01.02.2012

Borgo Carso:

In rovina l’edificio storico del Borgo -

  • Come eravamo

sponsors

  • Latina Città del '900

meteo

link istituzionali

utilità

  • La raccolta differenziata
  • Cerca la Farmacia aperta
  • Cerca la Farmacia aperta

Chiesuola

Escono per festeggiare, i ladri ne approfittano

2/01/12

 

Non riposano mai i ladri, non si fermano neppure per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. La notte del 31 dicembre si è registrata un’impennata di raid, soprattutto in periferia. Più di quindici i furti messi a segno nel giro di poche ore in ville e appartamenti, scelti dalle bande di specialisti dello scasso tra le abitazioni lasciate incustodite per festeggiare al ristorante come in piazza o in discoteca. Alcuni blitz sono andati a vuoto, ma quelli svaligiati sarebbero comunque numerosi: una decina stando alle chiamate delle vittime alla sala operativa del 113. Si sono mossi velocemente tra il centro e la periferia i topi d’appartamento, approfittando della distrazione generale per forzare porte d’ingresso e finestre. Sono riusciti addirittura a rompere inferriate senza dare nell’occhio. Come successo a via delle Rose, dove i ladri hanno divelto la grata di protezione dalla finestra di una villa messa a soqquadro in cerca di oggetti preziosi. Generalmente il bottino, costituito soprattutto di gioielli e contanti, ammonta a diverse migliaia di euro. Somme alle quali vanno aggiunti poi i danni alle strutture. Alcuni raid sono andati a vuoto, specie nei casi in cui i ladri sono stati «disturbati» dai movimenti dei vicini. Emblematico invece l’episodio registrato in via Congiunte, nei pressi di Chiesuola, dove un uomo ha pensato bene di interrompere i festeggiamenti per tornare a casa e controllare che tutto fosse in ordine, preoccupato per i furti subiti dai vicini nei giorni precedenti. Un sospetto che gli ha permesso di sventare il furto: i ladri avevano già preparato il campo per mettere a segno il raid, tagliato la recinzione per agevolare la fuga e poggiato la scala a pioli per entrare dalle finestre del piano superiore della villetta. Un’ondata di furti difficile da contenere, specie con organici di polizia e carabinieri ridotti all’osso. Le promesse fatte dalla politica al tempo della guerra criminale sono ormai un ricordo lontano. Da allora il Governo nazionale non solo non ha messo la Questura nelle condizioni di potenziare il controllo del territorio, ma ha finito per tagliare le risorse già esigue, ad esempio tagliando gli straordinari degli agenti. Capita sempre più spesso che in città giri una sola pattuglia della polizia,  come dei carabinieri, per espletare servizi di sorveglianza, controllo del territorio e pure per rilevare incidenti.

 

FONTE: Latina Oggi

News

<>

Curiosità

<>

In evidenza

  • LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio

    Spettacolo teatrale “Canale Mussolini” ore 21.00 giardini del Palazzo Comunale

    Debutta “Canale Mussolini”. Lo spettacolo teatrale, tratto dal romanzo di Antonio Pennacchi, in prima nazionale a Latina, domenica 30 giugno 2013. In scena, Giorgio Colangeli, Marina... (continua)

    LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio