X
la storia

07.12.2016

Borgo Faiti:

Scuola al gelo: bimbi in classe con i cappotti. Genitori infuriati: “dimenticati dal Comune” -

28.03.2014

Chiesuola:

Lettera aperta del Comitato NO Biogas Latina -

22.02.2014

Latina Scalo:

Anziana travolta e uccisa su via della Stazione -

12.01.2013

Latina Scalo:

Asse attrezzato, un furto dopo l’altro -

12.01.2013

Chiesuola:

Lite tra madri davanti alla scuola -

11.01.2013

Borgo Sabotino:

Furti in serie, notte da incubo -

08.01.2013

Borgo Grappa:

Multati per la legna, la befana non si brucia -

28.12.2012

I borghi ritrovati:

perimetrati Chiesuola, Isonzo e Tor Tre Ponti -

10.02.2012

Borghi: Montello, Bainsizza, Santa Maria e Sabotino:

Un anno di arsenico -

09.02.2012

Borgo Montello:

Lavori di ampliamento al cimitero -

09.02.2012

Borgo Faiti:

Ladri di slot machine -

09.02.2012

Borgo Piave:

Furto di cavi tra i pannelli solari -

08.02.2012

Borgo Faiti:

Centro anziani al freddo -

08.02.2012

Borgo Carso:

La palestra a pieno regime -

07.02.2012

Latina Scalo:

Dopo tanti anni la festa del primo Maggio non si farà -

06.02.2012

Borgo Grappa:

Lite per il traffico, 53enne ferisce automobilista -

04.02.2012

Chiesuola:

Topi d’appartamento in via della Cava -

03.02.2012

Borgo Isonzo:

Scuola materna senza riscaldamenti -

03.02.2012

Latina Scalo:

Parco ancora senza gestore -

01.02.2012

Borgo Carso:

In rovina l’edificio storico del Borgo -

  • Come eravamo

sponsors

  • Latina Città del '900

meteo

link istituzionali

utilità

  • La raccolta differenziata
  • Cerca la Farmacia aperta
  • Cerca la Farmacia aperta

Latina Lido

Iniziato il montaggio degli stabilimenti

23/04/10

 

Altro giro e ricomincia la giostra. Siamo ad aprile e alcuni titolari hanno ricominciato a montare gli stabilimenti balneari smantellati ad ottobre. Un puzzle che si smonta e rimonta ogni anno, cercando di ricordare dove vanno tutti i pezzi e sostituendo quelli che nel frattempo si sono danneggiati o rotti. Le stesse pedane che sono rimaste sulla spiaggia anche in inverno hanno subito danni, dovuti alla forza della natura (vento e mareggiate) o a furti e atti vandalici. Senza strutture montate e con un affitto da pagare al deposito, non ha senso assumere anche un guardiano. Al momento hanno ripreso chiodi e martello ai lidi Circello e Sandalo. Il primo spera di aprire questo fine settimana, il secondo per il primo maggio. Ed è già una buona notizia, almeno due stabilimenti saranno sicuramente aperti e operanti. Presto seguiranno anche gli altri, ma probabilmente non tutti. Il Tortuga ha cessato le attività già lo scorso anno e sembra che almeno altri due non verranno rimontati. Si tratta del Buena Onda e del Nausicaa, i più danneggiati dalle mareggiate dell’inverno appena trascorso. Soprattutto il secondo è stato letteralmente spazzato via dal mare, con danni di diverse decine di migliaia di euro. E poi, ricostruire dove? Ogni anno la spiaggia anche in estate è sempre più ristretta, e lo spazio per gli ombrelloni sempre minore. Nell’estate del 2009 i due stabilimenti chiesero di allargarsi un po’ ai lati ma, in ogni caso, hanno lavorato con un numero di attrezzature da spiaggia inferiore a quello consentito dalla concessione. Lo scorso inverno avevano chiesto, appoggiati dall’ex assessore alla Marina Enrico Tiero, di ricevere un altro lotto più a sud, in una zona al momento meno esposta al fenomeno erosivo. L’attuale crisi al Comune di Latina ha tolto anche le residue speranze. Ai problemi locali, inoltre, si aggiungono quelli internazionali legati alla crisi economica che, secondo alcuni esperti, vedrà il culmine degli effetti negativi proprio nell’anno in corso. Ecco perché gli operatori con cui abbiamo parlato sperano di mantenere almeno i risultati del passato «Se riusciremo a lavorare come nel 2009 sarà già un grande successo», ammettono. Posizioni difensive, dunque, nessuna illusione di crescita. La eventuale chiusura dei campeggi, poi, non migliorerà di certo la situazione. Senza le migliaia di presenze giornaliere nei camping del lungomare si potrà contare, allora, quasi esclusivamente sul mercato locale: Latina e paesi dell’entroterra e delle colline. Altro che turismo, con i pochi alberghi (che hanno le spiagge private) e con i soli villeggianti che ancora si avventurano ad affittare le abitazioni al lido a prezzi esorbitanti, in cambio di servizi ed offerta scadenti. Insomma, gli operatori ballano sul filo del rasoio. Un ulteriore evento negativo o problema e saranno nei guai. Il tutto, ora, senza una guida politica in grado di gestire la situazione già abbastanza complicata negli ultimi anni. Non che in passato l’ex sindaco e gli assessori abbiano brillato per capacità di programmazione e di gestione delle criticità. Anzi. Per questo in pochi sul lungomare percepiranno la differenza e sentiranno la mancanza della giunta appena caduta. Forse qualcuno rimpiangerà le promesse di Zaccheo di lasciare il prossimo autunno la facoltà ai titolari di smontare gli stabilimenti o meno, secondo le proprie esigenze. Ma in fondo non ci contavano molto e, ormai, sono rassegnati a ripetere l’operazione abituale di smontaggio e trasporto del materiale nei depositi, in attesa di un prossimo giro e di un’altra giostra.

 

FONTE: Latina Oggi

News

<>

Curiosità

<>

In evidenza

  • LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio

    Spettacolo teatrale “Canale Mussolini” ore 21.00 giardini del Palazzo Comunale

    Debutta “Canale Mussolini”. Lo spettacolo teatrale, tratto dal romanzo di Antonio Pennacchi, in prima nazionale a Latina, domenica 30 giugno 2013. In scena, Giorgio Colangeli, Marina... (continua)

    LATINA, dal 30 giugno al 4 luglio